Seleziona una pagina
 

Le origini del cambiamento

da | Mar 12, 2014 | Storie di vita vissuta

Mi chiamo Annarella, ho quarantacinque anni, lavoro qui da più di venti, a due passi da casa. Ogni tanto mi sembra che l’azienda sia diventata la famiglia: son stata assunta dall’Ingegnere quando ero giovanissima e, come lui stesso diceva, non sapevo neanche allacciarmi le scarpe da sola. Mi ha voluta qui perché ero figlia di amici e avevo finito di studiare e c’era un posto vacante in amministrazione. Faccio le fatture, tengo la contabilità, vedo i verbali del CdA passare dalla scrivania del Direttore Amministrativo, che ogni tanto mi chiede di dare un’occhiata o di stampare su un foglio vidimato.

Lavoro qui da una vita e non ci capisco più niente. L’Ingegnere è morto sei anni fa e ci ha lasciati qui da soli. I suoi figli non hanno voglia di occuparsi dell’azienda, si dice da tempo che vogliano vendere. Già, così ci smembreranno in tanti pezzi. E noi, intanto?

Son tre mesi che c’è gente strana che gira in ufficio. Dicono che sono revisori dei conti, che stan facendo la due diligence (diu dili che?), entrano in ufficio, qualunque cosa stiamo facendo, ci fanno seimila domande, chiedono carte, fotocopie e non ci spiegano niente. Poi si guardano tra loro e scrivono, scrivono, scrivono…

Ho chiesto, ma non si sa niente. Si sa solo che i figli vogliono vendere, che venderanno anche noi, che qualcuno ci comprerà (anche a noi). E intanto nessuno prende decisioni.

Mi guardo intorno: i muri di questo ufficio sono un po’ come quelli di casa, i colleghi sono zii e fratelli, tutti membri della grande famiglia che siamo diventati quando c’era l’Ingegnere. Bei tempi. Adesso siamo degli orfanelli in un edificio abbandonato.

Lui sapeva sempre tutto, capiva sempre tutto, noi si pensava a niente se non ad obbedire alle sue volontà e talora alle sue lune. Era duro, è vero, ma sapeva sempre cosa fare, e quindi anche noi.

Adesso non capisco bene cosa succeda qui dentro, anche se so che lavoro faccio: mi sento come su una nave senza timone, e osservo quei tre cretini dei figli che anziché occuparsi dell’azienda di famiglia vanno in giro con le macchine grosse a fare i principi per la città, mentre noi non sappiamo che cosa ci succederà e qui nessuno ci dice cosa fare.

Il più giovane dei revisori l’altro giorno mi ha sorriso: avrà dieci anni meno di me e mi ha detto che non devo preoccuparmi. Ha detto: l’acquirente è affidabile, solido ed è un operatore professionale.

Ma cosa vuol dire? Acquirente?  Affidabile, solido e professionale? Porca miseria, ma lui lo sa che c’è il mio, di culo, che siede su questa sedia sformata da più di vent’anni e che non so che fine farò?

Chi ci vuole comprare? Ci manderanno tutti a casa? Chi mi dirà quali fatture fare? Continuerò a fare il mio lavoro o finirò al magazzino?

Non lo so… ma sono un po’ preoccupata. Cielo, ci fosse ancora l’Ingegnere certo niente di tutto questo starebbe accadendo.

You May Also Like…

Se questo è un attivista

Mi sembra di essere tornata indietro a tre mesi fa, travolta dalle telefonate e dalle email, sommersa dalle condivisioni di post sui social di questi esperti, sedicenti esperti, semi esperti, ominicchi e quaquaraquà. L'unica cosa che è cambiata è il nome del tizio che...

Giornata nera

Ho dei clienti che si risentono dei miei "no". Pochi, devo ammettere, ma ce li ho anche io. Io che dei miei clienti vado così fiera perchè li ho voluti, coltivati, ma soprattutto perchè mi sono spaccata la testa per capirli, dopo che me ne sono innamorata. *Sei...

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

#comeunainformativa#

concisa, trasparente, intelligibile, semplice e Chiara

B86CDDD9-AA99-4ED4-ABE5-A4870105C83E_1_105_c
10006083_10204660300400194_6325890572134401797_o-1-1
f2e50901-a74a-473f-8bf2-30bdf107866c-1-1
F8984A9A-4B02-4E38-B15E-1FFF809CA533_1_105_c-1-1
5A4B92B8-3299-4186-BAD5-5699134764C5_1_105_c-1-1
D21E2F49-021A-479F-9B11-71750CF99CF3_1_105_c-1-1

Leggi un post a caso!

ricordi dal not for profit

Ho incontrato una persona, oggi, che mi ha parlato di un fenomeno che per lui è inconoscibile, da consulente: una startup innovativa a vocazione sociale. Mi son sorpresa a guardarmi mentre lo ascoltavo parlare: mai sentito niente di più familiare, invece. Una startup....

La fabbrica del duomo

Si sono inventati la nuova fabbrica del duomo e l’hanno chiamata ERP, questa è la sensazione comune. Delle volte, vi dirò la verità, ce l’ho anche io. Ma solo delle volte. Lo so, lo so: ho un’angolazione particolare. Faccio organizzazione aziendale, per me il sistema...

La competenza, questa sconosciuta

La competenza. Strano mistero ormai, per la PMI. Parlo di risorse che sanno quello che dicono, che fanno quello che dicono, che dicono quello che sanno e poi lo fanno. Risorse sì: mezzi di produzione si sarebbero chiamati, in un gergo antico e fin troppo politicamente...

giorno cinque, fermo immagine

C'eran quelli che speravano nelle buone notizie. E invece no... ce n'è ancora qualcuna di cattiva prima del gran finale col botto. Raccontare questa storia è come ascoltare un pezzo dei Chemical Brothers a tutto volume in una stanza vuota: solo a pensarci si buca il...

Giornata nera

Ho dei clienti che si risentono dei miei "no". Pochi, devo ammettere, ma ce li ho anche io. Io che dei miei clienti vado così fiera perchè li ho voluti, coltivati, ma soprattutto perchè mi sono spaccata la testa per capirli, dopo che me ne sono innamorata. *Sei...

Note di pubblica utilità su DAD e FAD

Ho letto diversi articoli di recente, ricevuto telefonate di allievi, colleghi e amici che avevano domande su cosa bisogna fare in questa benedetta didattica a distanza per essere conformi con tutti gli anagrammi di GDPR e AgID, compreso "gierredipi". Ho capito, dalle...

Esplora il blog

Su di me

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
081B7F82-3522-4D1F-95C9-AE3DD8883853_1_105_c
168980_1739107990282_5690240_n
180615_1739107830278_1312776_n
217943_4146273367912_379519022_n
389071_3894149904983_1094047988_n
423892_3230411951949_1828327562_n
561028_3339040027583_1641457904_n
1441533_10205520031292929_3582566704537519490_n
15727347_10210178170063487_2545053087441484216_n
44019711-C758-423E-972A-8C080C178949_1_105_c
120175075_10220932663119092_5780439823649154081_n
259869031_10223535325704030_6123869307689241603_n
C7FFB9E7-634A-4EC1-B484-0258E1306733_1_105_c
previous arrow
next arrow